Un corso professionale di pasticceria: il piano B della mia vita… in attesa che diventi il piano A!

Tempo fa ho letto un articolo su una rivista che parlava di late starter, persone che decidono nel bel mezzo della loro vita di cambiare strada, ripartire da zero e buttarsi in una nuova attività. Ecco, io oggi mi sento un po’ così! Ho deciso di frequentare un corso professionale di pasticceria per vedere se il piano B della mia vita potrà diventare un piano A.

Non è stata una scelta facile: sembra ormai che attori e starlette si possano da un giorno all’altro trasformare in chef e pasticceri, che di cucina possano parlare tutti, dalla tv all’edicola passando ovviamente per il web (persino io in passato sono stata chiamata chef!!! Mi fa sempre sorridere questa cosa eppure è così: ho realizzato le ricette di un libro su biscotti e dolcetti edito dalla Newton Compton e ora sulla quarta di copertina eccomi indicata come chef Chiara. Ero giovane e ammetto che è stata una bella soddisfazione!). Dopo un po’ di ricerche ho optato per una scuola di cucina che già conoscevo: presso Coquis infatti avevo frequentato tempo fa un corso sulle torte salate. Ma non mi sono iscritta subito: ho seguito le sue proposte, sanamente invidiato i ragazzi immortalati sui loro social mentre davano vita a meravigliose creazioni in cucina, ho dato una sbirciatina al curriculum di ogni docente “seguendo” le loro esperienze in giro per il mondo. E’ così che l’edizione serale del corso in Tecniche di Pasticceria Professionale (TPP) di questa scuola mi ha colpito e affondato!

Non toglierò tempo alla famiglia né al lavoro e potrò imparare moltissime cose scoprendo i miei errori (sono bastate 3 lezioni per scoprirne tanti) e la mia forza in cucina. So anche che farò i conti con la mia età e con i molti ragazzi neodiplomati pronti a lanciarsi in questo nuovo settore ma ho dalla mia l’esperienza nel mondo della comunicazione e del marketing che mi suggeriranno come vendermi nel migliore dei modi, giusto? (Su, fate il tifo per me!)  :-P

Eccomi dunque qui felice e stracontenta a condividere con voi il mio nuovo, dolcissimo percorso. Ho deciso di raccontarvelo step by step, di settimana in settimana, facendovi “assistere” alle lezioni che frequenterò, un po’ come se foste presenti anche voi. Che ne dite? Vi va l’idea di partecipare virtualmente a un corso professionale di pasticceria? Allora ci leggiamo tra pochi giorni per riassumervi la mia prima settimana di corso… che già mi ha conquistato!!!

1385054_745331815493580_1132012905_n

Incrociate le dita e i mestoli per me :)

Inde

EmailFacebook0Google+0LinkedIn0Pinterest0Twitter0