Famolo strano… il polpettone!

Per il compleanno mi hanno regalato l’abbonamento annuale ad Alice Cucina (mai dono fu più gradito!). Di riviste di cucina ne compro veramente tanti nonostante mi piaccia forse anche di più curiosare tra i vari food blog per scoprire ricette testate e collaudate. Il fascino della carta, delle immagini, dei consigli e delle storie che sono dietro alle ricette di chef stellati e di pasticceri il cui nome è una garanzia, però, non riesce a scemare e così accatasto mensili in attesa di testarne personalmente le ricette. Sul numero di gennaio del “mio” Alice ecco quindi che ti appare un servizio dedicato ai sapori del Nord e lì, fiero di sé, si affaccia la meraviglia.

DSC_0185-2

Il polpettone: un amore che resiste al passare del tempo, che si è esteso a grandi e piccini della famiglia e che è una sicurezza per le cene dell’ultimo minuto e per quelle con ospiti sui cui gusti non si può mettere la mano sul fuoco: il polpettone vince sempre!

Se quello di carne è un must della mia cucina con i suoi vari ripieni, le varianti sono sempre e comunque ben accette e così, sfogliando avida e golosa le pagine patinate, ecco il colpo di fulmine: un polpettone il cui ingrediente principale è la mortadella,un salume che difficilmente acquisto se non quando mi viene la voglia di pizza bianca ripiena di mortazza ;) che meraviglia! Tra il vedere e il fare è passato giusto il tempo di un salto al supermercato e una veloce verifica degli altri semplicissimi ingredienti e… tadà, visivamente non sarà proprio come quella meraviglia di cui mi sono innamorata tra una pagina e l’altra ma come sapore… Alice è la solita certezza!

DSC_0179-2

Tritare la mortadella e unirla a pangrattato, parmigiano, aglio (che stavolta io ho omesso) e prezzemolo sminuzzati. Amalgamare il tutto con le uova e dare la forma del polpettone: il consiglio che viene dato dalla rivista è di aggiungere il quarto uovo se il composto risultasse duro, mentre se fosse troppo morbido si può abbondare con il pangrattato. Avvolgere il polpettone nella carta forno, legarlo e farlo cuocere nel brodo bollente per circa un’ora e mezzo.DSC_00661

Questo polpettone è davvero semplice e veloce da realizzare, delicato ma per niente banale: lo proverete?

Inde

EmailFacebook0Google+0LinkedIn0Pinterest0Twitter0

INGREDIENTI:

  • Mortadella