La crostata della domenica… o di quando hai voglia di qualcosa di buono!

I ricordi della mia infanzia sono legati – come credo quelli di molti! – all’acquisto domenicale delle pastarelle. La selezione per ciascuno dei componenti della famiglia, la scelta – praticamente sempre la stessa – di quella al cioccolato per il papà e della meringa per la mamma, il pacchetto con la carta rosa antico e la scritta argentata con il nome della pasticceria (anche quella sempre la stessa per una vita), la camminata fiera fino a casa e il pranzo ricco che si concludeva sempre con il magico scartamento e – nonostante non lo fosse – con la sorpresa impressa nel volto per quelle paste così diverse e speciali.

Tradizione quella delle paste della domenica che ero sicura avrei trascinato anche nella mia vita “da adulta” ma che invece, complice un marito diabetico e nessuna pasticceria degna di questo nome nelle vicinanze, la nuova famiglia non ha ereditato. C’è da dire che non restiamo comunque a stecchetto e che anche la domenica (ma anche il lunedì, il mercoledì e anche i giorni finora non citati) non manca mai una piccola gratificazione (lo si fa per i bambini, per evitare loro merendine confezionate e divertirsi insieme a pasticciare… una mezza verità la accettate no?) ;)

Insomma per un motivo o per l’altro sabato abbiamo deciso di fare una bella torta: la nana piccola spingeva per il cioccolato, il nano grande per le pesche sciroppate (già, sono il giorno e la notte anche in fatto di gusti culinari!). Sfogliando l’ultimo numero di Più Dolci.… tadà… ecco la torta che cercavamo! L’aggiunta di amaretti non ha sconvolto nessuno dei due baby chef e quindi si parte con la preparazione della pasta frolla al cioccolato. Riposta in frigo la nostra golosa pasta frolla prepariamo il ripieno.

Il tempo di una foto e poi... buon appetito!

Il tempo di una foto e poi… buon appetito!

Per una legge di compensazione la piccola ha mangiato tutta la “crosta” (chiamala fessa) cedutale dal fratello che si rimpinzata del resto della fetta (chiamalo fesso). La mamma non è stata da meno e di soppiatto si è trangugiata fettina dopo fettina praticamente l’intera torta. Guardate io di torte con gli amaretti le preparo da una vita e sono sempre ottime ma questa versione con la frolla, per di più al cioccolato, con quello strato leggero di marmellata e la morbidezza delle pesche sciroppate… non ci sono parole per descriverla!!! E’ semplicemente da provare. E da finire!!! ;)

Inde

EmailFacebook0Google+0LinkedIn0Pinterest0Twitter0

INGREDIENTI:

  • Pasta Frolla