Amburgo e Lubecca: weekend al sapore di marzapane

[Attenzione: post sconsigliato ai diabetici!]

Dei miei 3 giorni ad Amburgo devo raccontarvi tantissime cose. In questa città sono rimasta per ore attaccata a vetrine per seguirne l’alternarsi di dolci e dei vari tipi di pane. Ho assaggiato, come mi ero ripromessa, diversi strudel senza trovare quello che mi facesse veramente sospirare (nella mia top ten quello assaggiato nel mio primo viaggio a Monaco che quasi raggiunge quello della mamma tirato rigorosamente a mano). Ho sperimentato i ristoranti e le catene indicate in molti diari di viaggio online ai quali mi affido durante la preparazione dell’itinerario trovandomi a volte d’accordo, altre un po’ meno.

Da qualche anno a questa parte, da quando il cibo è diventato un divertente passatempo, ho cominciato infatti a vedere i miei viaggi come una nuova esperienza legata al mangiare. Studio l’itinerario in base alle pasticcerie e alle specialità del posto, cercando le ricette in lingua originale (grazie Google Translate!), pescando gli ingredienti tipici e, al bisogno, modificandoli con qualcosa che qui in Italia potesse avvicinarsi al meglio nella sostituzione. Sto per dire una cosa che apparirà altamente patriottica ma tant’è: il cibo italiano continua ad essere il migliore del mondo per la sua varietà e qualità, per i suoi accostamenti, per come vengono cotte pizza e pasta. In ogni posto del mondo ho però trovato (almeno) un piatto degno di essere riportato qui nella cucina di Indechiccen (cucina di Indechiccen… sarà una ripetizione? :lol: ): ricordo ad esempio una torta meravigliosa assaggiata a Brno, il gulash di Budapest (la mia città romantica per eccellenza) e tanti altri succulenti pietanze delle quali vi farò vedere presto le foto.

Dicevamo: dei miei 3 giorni ad Amburgo devo raccontarvi tantissime cose. La prima… riguarda un’altra città! Per parlarvi di questo viaggio parto infatti da un racconto e non da una ricetta. Chiacchiere direte voi… Sì ma aspettate: si tratta sempre di cibo, di quelli a cui non sai resistere, per cui perdi ogni equilibrio, per il quale non è possibile arrivare a uno stop se non quando di quel cibo stregato non ce n’è più neppure una briciola. Non so se a voi capita ma per me ci sono un paio di “piatti” che sono peggio delle sirene di Ulisse: un canto ammaliatore, un richiamo a cui non so resistere. Potrei rubare un morso anche da legata (1 a zero per il nostro mitico eroe vs Indechiccen).

Insomma faccio outing dichiarando il mio amore spassionato e viscerale per il marzapane: posso raccontarvi di quando ho fatto perdere l’aereo a un amico perché stavo scegliendo con attenzione il mio fruttino di marzapane, dei vassoi non troppo vagamente richiesti a chi sapevo avrebbe trascorso una vacanza o una toccata&fuga in terra siciliana, della mia passione per i locali che si chiamano Mizzica o in qualsiasi altro modo che comprenda un termine dalla chiara origine geografica di provenienza. Insomma il marzapane è per me una fissazione vera e propria. Potete quindi immaginare cosa sia stato scoprire, mentre ero ad Amburgo, che a pochi chilometri da lì, proprio la meta che avevo scelto come gita di una giornata (toh guarda il caso!), era il regno del marzapane. Più leggevo notizie su Lubecca più sentivo questa coincidenza come un segno del destino. La giornata successiva era pianificata: il mondo del marzapane avrebbe spalancato il suo cancello per me e io avrei trovato lì il mio regno ideale.

Schermata 07-2456478 alle 23.15.27 Schermata 07-2456478 alle 23.15.53 Schermata 07-2456478 alle 23.16.33  Schermata 07-2456478 alle 23.17.50

Questa città tedesca è molto carina: raccolta, con piccole chicche sparse nel godibile centro storico, la Porta Holstentor, alcuni scorci del Trave, la Piazza del Mercato… Guardandomi intorno mi imbatto in una fontana a filo della strada dove alcuni piccioni vagano per bere o farsi una doccia. La supero e poi lo vedo: Niederegger ti appare come se nulla fosse con la sua insegna, la fila di persone che aspettano pazienti di varcare la soglia per poi uscire con buste che contengono un prezioso tesoro. Per alcuni un’istituzione, per altri un passaggio casuale. Per me decisamente un paradiso.

IMG_5975

Entro con passo felpato perché so che lì dentro per me sarà un po’ come quando all’improvviso vieni abbagliato da una luce potente e folgorante: devo abituarmi pian piano a tanta luce. Giuro: quello è davvero un paradiso. Non pensate al classico fruttino: stecche di cioccolato con marzapane, torte con strati di marzapane, TUTTO lì è di marzapane!

Schermata 07-2456478 alle 23.09.03

Schermata 07-2456478 alle 23.11.36

IMG_5940

IMG_5941

Faccio un primo giro di ricognizione, metto e tolgo prodotti dal cestino, rimango ammirata di fronte alla perfezione di alcuni dolci, fotografo tutto. Esco un attimo dal mondo meraviglioso in cui sono entrata per respirare e realizzare che non è un sogno. Continuo il mio giro della città prima di rientrare e finalmente comprare, con le idee più chiare ma con il rammarico di non poter portare tutto in Italia (e non solo per un problema di linea). Rimango incatenata alle tavolette di marzapane su cui sono state adagiate delle mandorle tostate ricoperte poi da uno strato di cioccolato: vi mostro la foto del depliant perché la mia bocca non ha voluto scendere a compromessi con la mano e la sua lentezza nel prendere la macchina fotografica ;)

Direttamente dal catalogo di Niederegger: voi avreste saputo resistere?

Direttamente dal catalogo di Niederegger: voi avreste saputo resistere?

Per non dover scegliere opto per una cena a base di assaggi di torte: che goloso bottino!

IMG_5978

Schermata 07-2456478 alle 23.17.12

Gli snack sono un salto a piè pari nella bontà, le torte sono un po’ troppo “cariche” come è tipico dei dolci tedeschi ma la qualità è senza dubbio di alto livello. Sicuramente Niederegger è un posto che merita una visita anche se non si è amanti di questo ingrediente divino. E giuro che non è uno spot promozionale ma proprio un amore viscerale ;)

Schermata 07-2456478 alle 23.06.25

Inde

EmailFacebook0Google+0LinkedIn0Pinterest0Twitter0